Diario di bosco*Day 3

#dayByday

 

I nostri comunicati stampa e gli articoli che parlano di noi. Yo.

 

Day 3

Cinque giorni di musica live tra amache, street food e workshop

 

Cassano Magnago, 20 luglio 2019 – Giovedì abbiamo salutato gli amici Canova e Fulminacci dopo un live colmo di emozioni e abbiamo ricaricato le pile per la terza serata di Woodoo Fest. Data, quella di venerdì, tutta all’insegna della musica trap e del rap, ma anche del cantautorap, una sorta di mix tra il cantautorato e il rap, di cui si fanno portavoce due degli artisti della serata: Dutch Nazari e Franco 126.
Entrambi si sono esibiti sul Big Foot Stage: Dutch Nazari ha cantato il suo “Ce lo chiede l’Europa” facendo le veci di migliaia di giovani che vivono la dimensione europea contemporanea. Franco 126, invece, con il suo nuovissimo album “Stanza Singola” ha debuttato per la prima volta a Woodoo Fest, facendo vibrare tutto il pubblico. Tra i due è salito sul palco la nuova scoperta della scena rap emo-drill Massimo Pericolo, dopo i live degli artisti emergenti sul Woodoo Stage Venerus, Dola, Biro e Handlogic. La serata si è poi conclusa con l’after party di Linoleum, i maghi del Dj Set del venerdì sera.
Anche nella giornata di venerdì gli appuntamenti extra musicali non sono mancati: il più importante ha avuto luogo nell’area relax con gli amici di CrowdForest, che hanno realizzato un workshop completamente eco-friendly realizzando le “Seed bombs”. Con questo termine si fa riferimento a delle palline di argilla contenenti semi di varie piante che vengono letteralmente lanciate come bombe (bombs) dagli aerei con lo scopo di riforestare le zone prive di vegetazione. L’attività che hanno proposto ai partecipanti è stata quella di creare le Seed Bombs, che poi è stato possibile portare a casa. Il messaggio che CrowdForest ha lanciato è quello che l’innovazione tecnologica è possibile anche con metodi non per forza tecnologici, come può essere una pallina di terreno con dentro dei semi. Pensando fuori dagli schemi e partendo da idee semplici è possibile creare un cambiamento che abbia un impatto globale sul nostro territorio.
Il tema ambientale, denominatore comune all’interno di Woodoo Fest, si riflette anche nelle installazioni realizzate per decorare il festival stesso, come le corone di materiale riciclato utilizzate per decorare in maniera creativa i bidoni della spazzatura. Inoltre, nelle giornate di sabato 20 e domenica 21, IED realizzerà workshop interattivi per permettere a chi partecipa di realizzare piccole opere con un approccio sostenibile, attraverso il riuso, il riciclo e l’attenzione alle necessità dell’ambiente, sotto la guida dei docenti dell’Istituto.
Il prossimo appuntamento è per questa sera, sabato 20, con il freschissimo pop Clavdio, l’enigmatico rapper Mecna e il coloratissimo Dj Set marcato Ivreatronic con Cosmo, Splendore, Enea Pascal e Fabio Foresta.

 

Parlano di noi